Il mal di gola: infiammazione e dolore dalle molteplici cause


Che cos’è

Il mal di gola, o faringite, è uno stato infiammatorio che colpisce le mucose di rivestimento della gola, causando una sensazione di bruciore, difficoltà di deglutizione e dolore.
Si tratta, in genere, di una condizione di lieve entità e di breve durata, ma in molti casi può non essere isolata e può accompagnarsi a un’infezione – virale o batterica -, a una reazione allergica o a uno stato generale di raffreddamento: può rappresentare, quindi, il sintomo di un’altra malattia e richiedere una visita dal medico, in particolare nei casi in cui il mal di gola persista per più di 7 giorni.

Le stagioni autunnale e invernale sono particolarmente favorevoli alla comparsa di mal di gola a causa dei frequenti sbalzi di temperatura e dell’esposizione al freddo. La stagione fredda è, inoltre, caratterizzata da picchi di diffusione di agenti infettivi: batteri e virus trovano nella bocca e nella gola le vie di più facile accesso all’organismo. I primi segni d’infezione, quindi, si sviluppano proprio a livello della gola.

Come si manifesta

Il mal di gola inizia a manifestarsi con pizzicore e prurito alla gola e, se non prontamente curato, anche con secchezza, bruciore e difficoltà a deglutire quindi, anche mangiare e bere può essere doloroso. Osservando la gola, questa appare arrossata e le tonsille gonfie. Anche la voce può essere alterata, abbassata e rauca.
Se il mal di gola è il sintomo di un’influenza o di una reazione allergica, può accompagnarsi a febbre, rigonfiamento delle ghiandole del collo, tosse ed eruzioni cutanee; se l’infezione è batterica, le tonsille possono coprirsi di placche bianche.

Quali sono le cause

Cause più frequenti del mal di gola sono associate alle condizioni ambientali: il freddo e l’umidità, lo smog e gli inquinanti atmosferici, l’aspirazione di vapore o di polveri nonché il fumo di sigaretta possono irritare le mucose della gola. Anche l’aria particolarmente secca, tipica degli ambienti condizionati o riscaldati, può essere responsabile della comparsa di mal di gola. Questi fattori provocano, in genere, un mal di gola lieve e transitorio.
Virus e batteri sono i principali fattori responsabili di infezioni, di cui il mal di gola rappresenta un sintomo caratteristico: la trasmissione avviene a seguito del contatto con una persona infetta e con la dispersione di goccioline di saliva cariche di agenti infettanti. In questi casi, il mal di gola è più grave e tenace.

I rimedi

Se il mal di gola non è intenso e non è provocato da un’infezione batterica, può essere utile un trattamento sintomatico con farmaci antinfiammatori, anche ad azione locale, per ridurre l’infiammazione e il dolore.
Se il mal di gola è invece molto intenso e/o persiste per più giorni è necessario rivolgersi al medico; solo in caso di infezione batterica accertata dal medico può essere indicata una terapia antibiotica.